Blog

Search by tag: guida

September 26, 2005 04:55 - 3 comments

Beh… direi che sta cominciando a prendere la forma di una cosa abbastanza seria! :D

Notiziona: mi hanno pubblicato su tuxmobil.org!!! :D Adesso aspettiamo linux-laptops.net

Ho praticamente raggiunto il famoso Nirvana degli Slackwaristi… quindi adesso posso RImettermi a studiare in santa pace per produrre le slide della tesi.

Magari da martedì però…

… domani (ormai oggi) è il 25° anniversario di matrimonio dei miei genitori… sarà una giornata un po’ movimentata, perchè dovrò fare da testimone alla cerimonia! Poi loro partono in crociera per 5 giorni :)


Ci sono riuscito! :D Ho configurato tutto per benino… e ora vi spiego come ho fatto, sperando che questo post possa essere utile a qualcuno in futuro.

ATTENZIONE, QUESTO POST CONTIENE UNA VERSIONE ORMAI VECCHIA DEL TUTORIAL!

Leggi il tutorial aggiornato in formato HTML.

Qualche specifica tecnica: CPU Intel PentiumM 760 2GHz, schermo widescreen 13.3’’, HD SATA 80GB, video NVIDIA GeForce Go 6200 TurboCache 128MB, scheda Intel PRO/Wireless.

Cominciamo dall’inizio: all’avvio bisogna entrare nel BIOS (premendo F2 quando spunta il logo VAIO) e modificare un’impostazione per abilitare la visualizzazione a schermo intero. Senza questa modifica, lo schermo di Linux occuperà soltanto una piccola porzione dello spazio disponibile!

Da Windows ho partizionato l’hd SATA con 7Tools Partition Manager in questo modo:
- sda1 partizione nascosta per il recovery
- sda2 NTFS 25GB Windows XP
- sda3 FAT32 30GB partizione di scambio
- sda4 partizione estesa
|— sda5 ReiserFS 24GB Linux
|— sda6 Swap 1GB

Ho riavviato con il DVD di Slackware 10.2 inserito e al prompt “boot:” ho scritto “sata.i” (senza virgolette), che è il kernel con il supporto serial ATA (altrimenti il disco rigido non sarebbe stato rilevato).
Sono andato avanti nell’installazione normalmente, come su un PC fisso, senza particolari cambiamenti. Ho installato LILO (il boot loader) sull’MBR e alla fine dell’installazione ho riavviato.

Il primo boot non è stato particolarmente traumatico, ma è ovvio che molte cose non funzionavano. C’erano da intallare di driver grafici, il touchpad, il wireless e tante altre cosette.
Prima di tutto ho preso i sorgenti del kernel vanilla 2.6.13 dal DVD di Slack (da testing/source/linux-2.6.13/linux-2.6.13.tar.bz2) e li ho decompressi in /usr/src.

Ecco il mio .config impostato per il Sony Vaio VGN-S3XP (ma penso per molti anltri modelli)!

Per compilare il kernel ed installarlo, copiate il .config nella dir dei sorgenti ed eseguite:

# make
# make modules_install
# cp System.map /boot/System.map-2.6.13
# cp arch/i386/boot/bzImage /boot/vmlinuz-2.6.13

Poi ho modificato /etc/lilo.conf in modo da aggiungere un’opzione all’avvio con il nuovo kernel (basta copiare un’altra volta le righe già scritte per il kernel 2.4 e modificare il nome del file del kernel). Poi un

# lilo -v

ed il grosso del lavoro è fatto! :)

Dal prossimo avvio funzionerà quasi tutto, compreso l’audio con ALSA (basta lanciare un alsaconf ed andare avanti nella procedura e poi impostare i livelli con alsamixer).
Il prossimo passo sarà la configurazione del wireless.

Ho scaricato i moduli ieee80211, ipw2200-1.0.6 ed il firmware ipw2200-fw-2.3.
Ho decompresso i primi due, e per ognuno ho fatto

# make
# make install

Poi ho decompresso il firmware in /lib/firmware.

Dopo un reboot (per sicurezza) basta fare un

# modprobe ipw2200

e lanciando iwconfig spunterà una periferica wireless pronta all’uso! :D
Per una rete ad-hoc come la mia ho impostato tutto così:

# iwconfig eth2 mode Ad-Hoc essid “Casa” nick ""

e poi ho impostato la scheda con ifconfig per collegarsi alla rete wireless di casa con la connessione ADSL condivisa:

# ifconfig eth2 192.168.2.2 netmask 255.255.255.0 up
# route add default gw 192.168.2.1

Una volta raggiunto il contatto con l’esterno, ho potuto installare swaret per scaricare gli ultimi aggiornamenti di Slackware 10.2.
Questo è il mio swaret.conf già impostato con i repository di LinuxPackages e Slacky.it (da copiare in /etc).

Il touchpad funziona decentemente anche con il protocollo PS/2, ma i driver synaptics permettono di migliorare il rilevamento dei tap e doppio-tap, nonchè di utilizzare lo scrolling del touchpad.
Dopo il download del file bisogna decomprimerlo e compilare il driver con i soliti

# make
# make install

e modificare il file /etc/X11/xorg.conf aggiungendo una sezione per il touchpad. Più avanti c’è il link per il mio xorg.conf.

Per i driver grafici è bastato scaricare gli ultimi driver NVIDIA dal sito ufficiale e modificare il file xorg.conf per fargli usare il driver nvidia al posto del vesa e il monitor con la risoluzione 1280×800.

Il mio xorg.conf con la configurazione della grafica e del touchpad.

A quanto pare è possibile far funzionare il controllo della luminosità dello schermo attraverso il modulo sonypi ed il programma spicctrl, ma è un metodo in fase di sperimentazione e non ci sono ancora riuscito. Appena saprò qualcosa di più, lo scriverò sicuramente.

Spero di essere stato utile! In caso affermativo, lasciate un commento a testimonianza del vostro passaggio :)

Leggi il tutorial aggiornato in formato HTML.